Accademia della Dea

schola_michaeli_chiarapavan

Il primo secolo di questo nuovo millennio vede spiccare taluni temi che andranno ad incidere sulla società del futuro. Uno di questi è la riacquisizione lenta e costante della dignità della donna, che nell’arco dei secoli è stata malamente azzerata dalla cultura patriarcale.

Non parlo di femminismo bensì di riconoscimento da parte delle donne stesse dell’importanza del loro ruolo, delle loro peculiarità e dell’espressione di quelle specificità secondo Coscienza. Le donne hanno dimenticato cosa significa il nome che portano, hanno dimenticato o semplicemente hanno dovuto sopprimere ciò che loro rappresentano realmente all’interno della struttura naturale della vita.

Da secoli quindi c’è un vuoto, un buco che si è creato nel passaggio dalla cultura matriarcale delle origini a quella patriarcale degli ultimi millenni. Il secolo corrente, come dicevo, è portatore di novità ed una di queste è il risveglio della dignità femminile. È un principio e, nonostante le difficoltà, questo processo farà il suo corso.

Calendario

DATE

2019

  • Venerdì 22 Novembre
  • Venerdì 20 Divembre

2020

  • Venerdì 24 Gennaio
  • Venerdì 21 Febbraio
  • Venerdì 20 Marzo
  • Venerdì 17 Aprile
  • Venerdì 22 Maggio
  • Venerdì 19 Giugno
  • Venerdì 17 Luglio
  • Venerdì 7 Agosto
L'Accademia della Dea è un progetto di guida e sostegno a questo risveglio

un percorso svolto tra donne per le donne

durante il quale si andrà a conoscere, attivare ed imparare a gestire secondo Coscienza l’antico potere interiore della Donna, intesa come aspetto femminile dell’Intelligenza Creatrice del Tutto e definibile perciò Dea.

La finalità prossima di questo progetto è l’atto di ridare forza ad un anello debole della società che invece è di fondamentale importanza perché motore della società stessa (a differenza di ciò che il patriarcato ha voluto sostenere nel tempo) in quanto adibita per leggi di natura a darle nutrimento e mantenimento.

Colei che prende parte a questo percorso diviene governatrice della propria vita e parte attiva di essa, capace di esprimere la propria vera natura con gioia e coraggio. Individua le proprie abilità e le esercita per realizzarsi. Impara a gestire l’impulsività emotiva e, sempre rispettando la regola del NON NUOCERE, diviene capace di direzionare gli eventi a suo piacimento. Inoltre riscopre la propria bellezza, la propria sensualità, la propria dolcezza ed amorevolezza. Ritrova la motivazione ed il piacere di donarsi e prendersi cura, e soprattutto riscopre l’importanza del suo ruolo di madre, di levatrice ed educatrice. Tutto il bene dell’umanità viene da qui.

La finalità più futura invece è il raggiungimento dell’equilibrio tra energia maschile e femminile nel micro e nel macrocosmo umano, per contribuire alla realizzazione di una società bilanciata, creativa, equa ed efficiente.

Ci tengo a precisare che nelle leggi naturali del cosmo non c’è differenza tra energia maschile e femminile, nessuna delle due primeggia sull’altra, sono semplicemente i due aspetti opposti e complementari dell’energia cosmica che tutto ha creato e che tutto pervade. Le due coesistono obbligatoriamente e sono necessarie allo stesso modo. Come i poli positivi e negativi della chimica e della fisica. Non è esoterismo, è semplicemente natura.     

In sede di questi incontri non si metterà in luce la “superiorità del femminile buono” sul “maschile cattivo” né si darà forza alle emozioni limitanti che le partecipanti potrebbero portare con sè, bensì si andrà a comprendere ed integrare l’anatomia energetica della Vita per poter lasciar andare dinamiche potenzialmente compromettenti il raggiungimento di pace ed equilibrio nel micro e nel macro ambiente, e si riacquisisca la Consapevolezza di Donna come Dea creatrice ed operante, che contribuisca al consolidamento di una società etica ed armoniosa, accompagnata dalla guida della Coscienza per superare i condizionamenti dell’ego.

In fase di creazione del gruppo si capirà se tutte le partecipanti partiranno dallo stesso grado di apprendimento o meno ed in tal caso si metteranno in calendario le date degli incontri di integrazione per proseguire poi tutte insieme.